Articoli

Cronaca del nostro breve ma intenso e indimenticabile incontro.

Dall'1 al 4 giugno del 2000 il Coro Serenissima è tornato, per la quarta volta, in Germania a ritrovare gli amici del Coro M.G.V. di Nordendorf, una ridente cittadina della Baviera.

È la continuazione di una serie di periodici scambi culturali, iniziati nel 1985 e che ha visto gli amici tedeschi per tre volte ospiti a Vigonza.
Nonostante siano trascorsi quindici anni dal primo incontro, ogni volta, improvvisa, riemerge la stessa emozione; è l'intreccio di due culture diverse che alimenta reciproche aspettative, il desiderio di ritrovare e consolidare vecchie amicizie, ma anche la speranza di formarne di nuove soprattutto per chi vi partecipava per la prima volta come il nuovo "gruppo Coriste".

Indispensabile, al successo del viaggio, ci è stata la disponibilità dell'amico Ferdinand, che ci ha guidato, con professionalità, alla scoperta di interessanti località, suscitando generale curiosità ed attenzione per le realtà ed i costumi locali, arricchendo tutti culturalmente ed emotivamente.

Insieme abbiamo girato il centro di Monaco alla scoperta dei principali monumenti storici e delle tipiche birrerie bavaresi; il Municipio Vecchio con la sua famosa torre dell'orologio ornata di decorazioni gotiche e dalla originale scenografia di statue mobili che alle ore 17 si sono mosse in un balletto assai suggestivo e divertente di fronte ad una piazza gremita di turisti.

Nei giorni successivi siamo stati ad Ulm, città medioevale sulle rive del Danubio, con le caratteristiche stradine costeggiate di case con facciate ricche di decorazioni dalle forme asimmetriche e spesso sbilanciate tanto da sembrare in equilibrio precario. Bellissima la piazza centrale con la Cattedrale gotica sovrastata dalla imponente torre campanaria, una delle più alte del mondo.

Di particolare interesse è stata poi la visita alla cittadina di Nordlingen, sulla "Strada Romantica", cinta da quasi 3 Km di mura interamente percorribili su una passerella sopraelevata dalla quale è sempre visibile il "Daniel", il campanile della chiesa di San Giorgio.
Notevole il centro storico, formato da edifici medioevali minuziosamente restaurati e conservati. Va infine ricordato il museo del "cratere del Ries" provocato da un immenso meteorite abbattutosi nella zona oltre 15 milioni di anni fa. In tutte le località ci sono state varie occasioni di eseguire canti del nostro repertorio a seconda delle situazioni: brani sacri nelle chiese alla presenza di numeroso e attento pubblico; nelle piazze, in concertini improvvisati secondo l'usanza locale, aggregando i cittadini ed i turisti di passaggio o addirittura, in esclusiva, per due novelli sposi incontrati nel parco cittadino.

Se il racconto della parte turistica può apparire entusiastico, non ci sono termini sufficienti per descrivere l'accoglienza riservataci, le esternazioni di simpatia ricevute ovunque, i sentimenti di amicizia di ospitalità manifestati ad ogni occasione, semplice od importante che fosse: nel grande "Concerto corale" tenuto nella palestra comunale, come negli incontri conviviali magari con abbondante contorno di birra.

Particolarmente graditi sono stati i saluti ed alcune testimonianze video che, per conto della Pro Loco di Vigonza, abbiamo consegnato agli ospiti.

Latori di due messaggi, del Sindaco Guido Carraro e dell'Assessore Amato Bernabei, indirizzati agli amministratori locali, abbiamo riscontrato il massimo interesse e la totale disponibilità, del Borgomastro di Nordendorf, ad instaurare più stretti rapporti di collaborazione che, uscendo dallo stretto ambito di amicizia tra i due Cori, possano coinvolgere in maniera più ampia le due comunità.

Se la reciproca buona volontà espressa troverà, nel prossimo futuro, concreta applicazione dando vita a periodici rapporti ufficiali, il Coro Serenissima sarà orgoglioso di aver perseguito con convinzione questa iniziativa per tanti anni e sarà grande la soddisfazione di veder realizzare il sogno di contribuire a sviluppare duraturi rapporti di scambio tra genti di diversa nazionalità.